Il tema che vado a trattare nel post di oggi è estremamente importante perché è uno dei fattori chiave di qualunque business e contribuisce a decretarne il successo o il fallimento.

Diversi tipi di problemi

In ogni tipo di attività ci imbattiamo in problemi: speriamo sempre di incontrarne pochi, ma la realtà è spesso più “cruda” delle nostre speranze… Può capitare, per esempio, che si rompa qualcosa in ufficio, o che un collaboratore sbagli, o ancora che un cliente si lamenti.

Dobbiamo innanzitutto fare un distinguo tra due macro categorie di problemi: i problemi sostenibili e i problemi strutturali. La differenza non è data tanto dalla categoria del problema, quanto piuttosto dalla frequenza e dalla gravità (ovvero dall’impatto che il problema ha sul nostro business).

Problemi sostenibili e strutturali

Non c’è uno “schema standard” per distinguere problemi sostenibili da problemi strutturali, dipende dal contesto.

Mi spiego meglio con un esempio: un disservizio della linea Internet può essere un problema sostenibile se capita occasionalmente e quando capita utilizziamo un router 3G che teniamo per questo tipo di emergenze; se invece il disservizio della linea interrompe anche le comunicazioni telefoniche e, anche accendendo il router, la banda non è sufficiente per l’azienda, allora il problema diventa strutturale.

Per riassumere, un problema strutturale è una situazione che arreca un danno in termini economici, di tempo, di gestione, eccetera.

Risolvere i problemi strutturali

È una delle massime priorità: uno degli obiettivi ultimi del nostro ruolo di amministratori/gestori/titolari è proprio individuare ed eliminare tutti i problemi strutturali.

Gli errori più comuni da evitare sono:

  • non accorgersi dei problemi strutturali
  • credere che un problema strutturale sia un problema sostenibile
  • illudersi che il problema strutturale si risolva (o si converta in problema sostenibile) da solo, senza il nostro intervento

Quest’ultimo è sicuramente l’errore più grave che un manager possa fare!

In conclusione: dobbiamo sempre rimanere allerta per individuare i problemi strutturali prima possibile e fare di tutto per risolverli, costi quel che costi… Non si può convivere con problemi strutturali!

Autore: Saverio Barbati Stampi

Saverio Barbati StampiLaureato in Ingegneria elettronica ed esperto del mondo IT, appassionato specialista del web e intenditore di marketing, convinto sostenitore della formazione professionale, ho impostato la mia attività imprenditoriale concentrandomi sul perfezionamento dell'ambito organizzativo, al fine di ottimizzare ogni aspetto gestionale.