L’articolo di oggi fa seguito a questo articolo, che getta le basi per l’organizzazione delle cose da fare.

Perché mi servono delle liste?

Le liste servono principalmente per dividere i “blocchi” delle cose da fare. Dato che, come ho scritto nel precedente articolo

il nostro cervello non è fatto per ricordarsi le cose da fare

Per aiutarlo a focalizzarsi solo sulle cose da fare in un determinato momento (o periodo di tempo), è bene abituarlo a ragionare solo sui ToDo da svolgere in un contesto ben preciso.

Casa e ufficio

L’esempio più immediato che possiamo trovare, e che va bene per tutti (a eccezione dei pensionati e dei bambini, che non lavorano) è quello delle due liste base:

  • Casa (o, come preferisco chiamarla io, Personali)
  • Ufficio

Dividendo i task nelle due liste, potremo focalizzarci solo sui compiti da svolgere al lavoro quando siamo in ufficio e solo sugli altri quando siamo fuori dall’ufficio (ecco perché preferisco chiamare la lista non di lavoro Personali, piuttosto che Casa). D’altronde è inutile continuare a leggere nelle nostre liste di ToDo che dobbiamo comprare le mele e l’insalata mentre siamo in ufficio, oppure ricordarsi di spedire le fatture al commercialista mentre siamo al supermercato…

Ma quante liste mi servono?

In base a quanto ho appena scritto, il numero di liste necessarie dipende dalle diverse “situazioni” che dobbiamo gestire di giorno in giorno. Dipende, cioè, dai contesti. Oppure dipende dai progetti (concetto che approfondirò in un post successivo…).

Un esempio

  • Lavoro (Lista)
    • Invia mail a Rossi (ToDo)
    • Paga fattura EdilCasa (ToDo)
    • Incontro con Bruni (Sotto-Lista)
      • Parla dell’argomento A
      • Parla dell’argomento B
  • Fuori-Ufficio (Lista)
    • Spesa (Sotto-Lista)
      • Mele (ToDo)
      • Pere (ToDo)
      • Banane (ToDo)
    • Compra aspirina in farmacia (ToDo)
  • Casa (Lista)
    • Paga la bolletta della luce (in Internet)
    • Fai ordine in garage

Nel prossimo articolo affronteremo il metodo “zero inbox”!

Autore: Saverio Barbati Stampi

Saverio Barbati StampiLaureato in Ingegneria elettronica ed esperto del mondo IT, appassionato specialista del web e intenditore di marketing, convinto sostenitore della formazione professionale, ho impostato la mia attività imprenditoriale concentrandomi sul perfezionamento dell'ambito organizzativo, al fine di ottimizzare ogni aspetto gestionale.